Meina bilocale panoramico box

  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box
  • Meina bilocale panoramico box

Vendita 75.000,00€ - Appartamento
50 1 Camera da letto 1 Bagno 1 Garage
 
 Aggiungi ai Preferiti
Stampa

Meina bilocale panoramico box

Meina bilocale panoramico box . Appartamento  ideale per chi vuole avere la comodità della stazione ferroviaria, della vicinanza del lago, della tranquillità, dell’ottima esposizione, e non dimentichiamoci della vista lago a 180 gradi.

L’accesso alla residenza avviene tramite una comoda scalinata.

Il bilocale è composto da: soggiorno con angolo cottura, con uscita sul terrazzo,  camera matrimoniale con armadio a muro, bagno con doccia ed appunto il terrazzo coperto e panoramico, da cui si gode lo splendido scenario del lago maggiore, con il castello di Angera sullo sfondo.

Completa la proprietà il box con accesso diretto sulla via principale.

Riteniamo importante visitare una casa, così come siamo convinti sia fondamentale la sicurezza di tutti i nostri clienti. Ci siamo quindi attivati ed attrezzati con soluzioni ed attenzioni rivolte sia ai proprietari che a chi desidera vedere un immobile. Possiamo fornire in maniera del tutto gratuita: mascherine, guanti, soprascarpe e gel igienizzante. Così che l’appuntamento si possa svolgere in totale serenità e sicurezza.

 

Meina

Meina (Mèina in piemontese e in lombardo) è un comune italiano di 2 479 abitanti della provincia di Novara in Piemonte. È situato sulla sponda piemontese del Lago Maggiore alla foce del torrente Tiasca.

Da Meina, in epoca romana, passava la via Severiana Augusta, strada romana consolare che congiungeva Mediolanum(la moderna Milano) con il Verbannus Lacus (il Lago Verbano, ovvero il Lago Maggiore, e da qui al passo del Sempione.

Situato sulla sponda piemontese del Lago Maggiore, Meina faceva parte sin dal Medioevo della Comunità del Vergante, avendo sottoscritto nel 1389 assieme al comune di Lesa gli Statuti del Vergante, approvati dall’Arcivescovo Antonio da Saluzzo.

Il comune seguì quindi le vicende dapprima del Ducato di Milano e dei Borromeo, conti d’Arona, poi del Regno di Sardegna, infine del Regno d’Italia.

Sin dall’Ottocento, Meina divenne luogo di villeggiatura di molte famiglie appartenenti alla nobiltà e alla borghesia lombarda e piemontese, in particolare dei nobili novaresi Caccia-Piatti, Fossati de Regibus e Faraggiana.

Nel corso dell’Ottocento Meina divenne un rilevante centro industriale: potendo sfruttare le acque del Tiasca si insediarono tre importanti cartiere, tutte dotate di macchine a vapore continue, e una fabbrica di torcitura di cotone. A queste si aggiunse prima, nel 1854, una filatura di seta e quindi, per iniziativa dell’imprenditore Emilio Foltzer, una grande fabbrica di oli lubrificanti e grassi per macchine. Nel territorio del comune si insediarono altre fabbriche di più modeste dimensioni e importanza.

http://www.fiaip.it

 

http://www.comune.meina.no.it

 

Altre Proprietà